Cos’è xOS? Spiegazione del software delle cuffie Apple VR

Il visore Apple VR si sta avvicinando al suo presunto arrivo al WWDC 2023 il 5 giugno e il dispositivo indossabile per la realtà mista dovrebbe essere lanciato insieme a un nuovo entusiasmante sistema operativo, probabilmente chiamato xrOS.

Cos’è xOS? Ora potremmo avvicinarci a iOS 17, iPadOS 16 e macOS 13 Ventura sull’altra tecnologia di Apple, ma il visore Apple VR – che si dice si chiami Apple Reality One – dovrebbe debuttare con la prima versione di un nuovo sistema operativo che probabilmente ricevi aggiornamenti regolari proprio come i suoi equivalenti su iPhone, iPad e Mac.

Le ultime indiscrezioni suggeriscono che Apple abbia scelto il nome xrOS per le sue cuffie AR/VR, ma rimangono molte domande. Ad esempio, quali novità xrOS potrebbe consentire agli sviluppatori (e a noi) di fare in realtà mista rispetto a dispositivi come iOS? E xrOS eseguirà porting di app Apple esistenti come Freeform?

Ecco tutto ciò che sappiamo finora su xrOS e sul tipo di cose che potrebbe consentire alle cuffie per realtà mista di Apple di fare sia nella realtà aumentata che in quella virtuale.

Data di rilascio di xrOS

Sembra probabile che Apple lancerà il suo nuovo sistema operativo xrOS, insieme al suo nuovo visore AR/VR, al WWDC 2023 il 5 giugno. ET / 18:00 BST (o 3:00 ACT il 6 giugno).

Ciò non significa necessariamente che quel giorno verrà rilasciata una versione finale di xrOS. Uno scenario probabile è che Apple lancerà un kit per sviluppatori xrOS per consentire ai produttori di software di sviluppare app ed esperienze per il nuovo visore.

Vedi altro

Sebbene non sia un tipico approccio Apple, questo è qualcosa che ha fatto in precedenza per Apple TV e altri prodotti. Una versione completa di xrOS 1.0 potrebbe quindi seguire quando il visore arriverà sugli scaffali alla fine del 2023.

Il nome del software ora almeno sembra scolpito nella pietra. Come notato da Parker Ortolani su Twitter il 16 maggio, Apple ha registrato il nome “xrOS” nel suo tradizionale carattere tipografico “SF Pro” in Nuova Zelanda, tramite una società di comodo.

In precedenza avevamo visto rapporti da Bloomberg secondo cui “xrOS” sarebbe stato il nome del sistema operativo di realtà mista di Apple, ma i tempi di questa scoperta (e il carattere utilizzato) rafforzano le voci secondo cui verrà rivelato al WWDC 2023.

Un rapporto del leaker Apple Mark Gurman del 1° dicembre 2022 suggeriva che Apple avesse “recentemente cambiato il nome del sistema operativo in “xrOS” da “realityOS” e che il nome sta per “realtà estesa”. Questo termine copre sia la realtà aumentata (che sovrappone le informazioni al mondo reale) sia la realtà virtuale, un’esperienza più sigillata che conosciamo in Meta Quest 2.

Mentre xrOS dovrebbe avere una familiarità simile a quella di iOS – con app, widget e una schermata iniziale – il fatto che l’auricolare Apple AR/VR apparentemente eseguirà entrambe le esperienze AR e VR e utilizzerà anche input gestuali, spiega perché un nuovo sistema operativo è stato creato e sarà probabilmente presentato in anteprima per gli sviluppatori al WWDC.

Cos’è xOS?

La piattaforma xrOS di Apple potrebbe sfruttare l’hardware unico del visore AR/VR, che include una serie di chip, fotocamere e sensori. È diverso da ARKit, il software che consente al tuo iPhone o iPad di eseguire app AR. Si prevede inoltre che xrOS di Apple si basi fortemente sul linguaggio di design visto su iPhone, al fine di aiutare i fan a sentirsi a casa.

Secondo Gurman di Bloomberg, xrOS “avrà molte delle stesse funzionalità di iPhone e iPad ma in un ambiente 3D”. Ciò significa che possiamo aspettarci un’interfaccia simile a iOS, completa di app riorganizzabili, widget personalizzabili e una schermata iniziale. Apparentemente Apple sta anche creando un App Store per le cuffie.

Vedi altro

Apparentemente le app di riserva sull’auricolare AR / VR includeranno le app Safari, Foto, Posta, Messaggi e Calendario di Apple, oltre a Apple TV Plus, Apple Music e Podcast. Gli sviluppatori di app potranno anche sfruttare il suo potenziale di monitoraggio della salute.

Gurman afferma che l’esperienza dell’auricolare sembrerà familiare ai fan di Apple: quando lo indosserai, afferma che “l’interfaccia principale sarà quasi identica a quella di iPhone e iPad, con una schermata iniziale con una griglia di icone che possono essere riorganizzato”.

Ma come digiterai quando indossi l’Apple Reality Pro (come si dice si chiami)? Dopotutto, probabilmente non ci saranno controller.

Il Sightful Spacetop (sopra) ci dà un’idea di come l’auricolare Apple AR/VR potrebbe funzionare con un display Mac virtuale.

Invece, apparentemente sarai in grado di digitare utilizzando una tastiera su un iPhone, Mac o iPad. C’è anche la prospettiva leggermente meno allettante di utilizzare l’assistente vocale Siri. Si dice che Apple stia creando un sistema che ti consente di digitare a mezz’aria, ma Gurman afferma che questa funzione “è improbabile che sia pronta per il lancio iniziale”.

È possibile che tu possa connettere l’auricolare a un Mac, con l’auricolare che funge da display del Mac. Di recente abbiamo visto un assaggio di come potrebbe funzionare con Spacetop (sopra), un laptop che si collega ad alcuni occhiali NReal AR per darti un enorme display virtuale da 100 pollici.

Quali app verranno eseguite su xrOS?

Abbiamo già accennato al fatto che le cuffie AR/VR di Apple eseguiranno probabilmente alcune versioni ottimizzate delle app stock esistenti, tra cui Safari, Foto, Posta, Messaggi, Contatti, Promemoria, Mappe e Calendario.

Ma dato che quelle app non chiedono esattamente una reinvenzione in AR o VR, è probabile che rappresentino alcune delle offerte più interessanti sia di Apple che di sviluppatori di terze parti.

Quindi quali potrebbero essere? Ecco alcune delle possibilità più interessanti, basate sulle ultime indiscrezioni e su ciò che abbiamo visto su artisti del calibro di Meta Quest Pro.

1. Apple Fitness Plus

App come Litesport (sopra) ci danno un assaggio delle esperienze di fitness AR che potrebbero arrivare dalle cuffie Apple.

Supponendo che l’auricolare Apple AR/VR sia leggero e abbastanza pratico per gli allenamenti – cosa che non possiamo dire per le cuffie Apple AirPods Max – allora ha sicuramente un potenziale di fitness AR.

Secondo un rapporto di Mark Gurman di Bloomberg del 18 aprile, Apple ha in programma di sfruttare quel potenziale con “una versione del suo servizio Fitness + per l’auricolare, che consentirà agli utenti di esercitarsi mentre guardano un istruttore in VR”.

Ovviamente, le esperienze di fitness VR non sono una novità e abbiamo sicuramente apprezzato alcuni dei migliori giochi di fitness Oculus Quest. Un componente AR aggiunto potrebbe renderli ancora più potenti e motivanti, con obiettivi aggiunti alla tua visione del mondo reale.

2. Forma libera di Apple

Abbiamo chiamato Freeform di Apple, che ti offre una tela bianca per scambiare idee con gli altri, “una delle migliori versioni software degli ultimi anni”. E potrebbe essere portato al livello successivo con una versione di AR o VR.

Abbastanza sicuro, il suddetto rapporto di Bloomberg afferma che “Apple sta sviluppando una versione della sua app di collaborazione Freeform per l’auricolare”, che apparentemente “vede come un importante punto di forza per il prodotto”.

Ok, le esperienze lavorative AR/VR a tema lavorativo potrebbero non sembrare entusiasmanti e sicuramente abbiamo avuto dei dubbi dopo aver lavorato per un’intera settimana in VR con Meta Quest Pro. Ma anche le lavagne in realtà mista suonano potenzialmente divertenti, in particolare se riusciamo a giocarci durante l’orario di lavoro.

3. Apple TV Plus

Poiché l’auricolare di Apple avrà un rovescio della realtà virtuale rispetto alla sua modalità AR, ha un enorme potenziale per permetterci di guardare TV e video su schermi virtuali giganti o in modi completamente nuovi. Ciò significa che anche Apple TV Plus sarà probabilmente preinstallata in xrOS.

Un’altra affermazione di quel rapporto di Bloomberg del 18 aprile era che “un punto di forza per l’auricolare sarà guardare gli sport in modo coinvolgente”. Questo ha senso, dato che Apple ha già accordi per la Major League Baseball e la Major League Soccer su Apple TV Plus.

E mentre sono solo voci, Apple ha anche preso in considerazione l’offerta per i diritti di calcio della Premier League nel Regno Unito. Beh, sarebbe più economico di un abbonamento per il Manchester United.

4. FaceTime

Sebbene non siamo rimasti sbalorditi dalle nostre esperienze con le riunioni VR in Horizon Workrooms su Meta Quest, le cuffie per realtà mista di Apple apparentemente offriranno una versione di nuova generazione di FaceTime e l’hardware di Reality Pro potrebbe portare l’intera esperienza una tacca,

Con un precedente rapporto di The Information che suggerisce che l’auricolare di Apple avrà almeno 12 telecamere (forse 14) per tracciare occhi, viso, mani e corpo, dovrebbe fare un lavoro decente nel creare una versione 3D di te nelle sale riunioni virtuali.

Non abbiamo ancora visto un grande vantaggio nel mondo reale per i video meeting VR, anche se puoi farli da una spiaggia virtuale. Ma non vediamo l’ora di provarlo, incrociando le dita virtuali che funzioni in modo più coerente rispetto al FaceTime non VR di oggi.

5. Adobe Sostanza 3D Modeler

Adobe ha già rilasciato alcune demo avvincenti, oltre ad alcuni software beta chiamati Substance 3D Modeler (sopra), che mostrano il potenziale delle sue app creative nei visori VR. L’elenco di cuffie compatibili di quel software includerà presto l’Apple Reality Pro? Certamente sembra possibile.

Il software ti consente in modo efficace di progettare oggetti 3D utilizzando l’argilla virtuale in un parco giochi VR. Non è chiaro come funzionerebbe con le cuffie Apple su xrOS, dato che si dice che manchi qualsiasi tipo di controller fisico.

Questi tipi di strumenti di progettazione sembrano uno shoo-in per le cuffie Apple, dato che molti dei suoi utenti sono già felici di sborsare migliaia su Mac e MacBook di fascia alta per utilizzare quel tipo di software in un ambiente 2D.