Google Lens e Bard sono un team di tag AI che ChatGPT dovrebbe temere

Google Lens è stato a lungo un potente trucco per le feste per chiunque abbia bisogno di identificare un fiore o tradurre il menu del ristorante, ma sta per passare al livello successivo con l’integrazione di Bard che verrà lanciata “nelle prossime settimane”.

Google ha anticipato il suo abbinamento tag-team di Lens e Bard al Google IO 2023, ma ora ci ha fornito un aggiornamento su come funzionerà la combinazione e quando arriverà. In un nuovo post sul blog, Google afferma che in poche settimane sarai in grado di “includere immagini nei tuoi suggerimenti di Bard e Lens lavorerà dietro le quinte per aiutare Bard a dare un senso a ciò che viene mostrato”.

L’esempio che Google ha condiviso è basato sullo shopping. Se hai una foto di un nuovo paio di scarpe che stavi cercando per una vacanza, puoi chiedere a Bard come si chiamano e, a differenza di Lens standard, iniziare a chiedere a Bard idee su come dovresti modellare le nuove scarpe .

Naturalmente, la combinazione Lens-Bard sarà in grado di fare molto di più che offrire consigli per gli acquisti, con un enorme potenziale per consigli di viaggio, istruzione e altro ancora. Ad esempio, immagina di poter chiedere a un Bardo dotato di Lens non solo di nominare un punto di riferimento per le vacanze, ma anche di costruirti un buon itinerario per una gita di un giorno attorno ad esso.

Questa non è nemmeno la fine dei nuovi trucchi di Google Lens. Sta anche tentando di saltare nello spazio della salute con una nuova funzionalità che ti aiuta a identificare eventuali condizioni della pelle che ti hanno tormentato (sotto). Per utilizzare la nuova funzionalità, Google afferma che puoi “semplicemente scattare una foto o caricare una foto tramite Lens e troverai corrispondenze visive per informare la tua ricerca”.

Apparentemente può anche aiutare a identificare altri problemi fastidiosi come “una protuberanza sul labbro, una linea sulle unghie o la caduta dei capelli sulla testa”. Naturalmente, queste non saranno diagnosi corrette di condizioni, ma potrebbero essere l’inizio di una conversazione con il medico.

Se non hai familiarità con Google Lens, è abbastanza facile da trovare su Android: sarà integrato nell’app della fotocamera oppure puoi semplicemente scaricare l’app Lens standalone dall’App Store. Su iPhone, invece, troverai Lens all’interno dell’app Google ufficiale.

Obiettivo di nuova generazione

La partnership in erba tra Google Lens e Bard potrebbe essere una partita creata nel paradiso della ricerca, dato che Lens è lo strumento di ricerca visiva più potente in circolazione e Bard sta migliorando di settimana in settimana. E quella combinazione potrebbe essere una potente alternativa a ChatGPT.

Lo stesso ChatGPT ha poteri di riconoscimento delle immagini di base e Microsoft ha recentemente introdotto il riconoscimento delle immagini basato sull’intelligenza artificiale nel suo motore di ricerca Bing. Ma l’integrazione dei due non è così potente come l’integrazione Lens-Bard in arrivo, almeno da quello che abbiamo visto dalle demo di Google.

Sfortunatamente, l’estrema esitazione di Google nei confronti di Bard (che è ancora etichettato come un “esperimento”) significa che potremmo non vedere il suo pieno potenziale per un po’. Ad esempio, l’enorme potere potenziale di questa combinazione di Lens e Bard sarà limitato dal fatto che non esiste ancora un’app mobile di Google Bard.

Google potrebbe cambiare posizione in futuro, ma al momento siamo limitati all’utilizzo di Bard nei nostri browser Web, e questo è molto meno conveniente per la ricerca visiva rispetto alla scansione del mondo con uno smartphone e la sua fotocamera integrata.

Quindi, mentre l’integrazione di potenti app Google come Lens con Bard ha un enorme potenziale per il modo in cui cerchiamo informazioni nel mondo, ChatGPT riposerà un po’ più al sicuro sapendo che Google sta adottando un approccio glaciale per liberare il suo pieno potenziale basato sull’intelligenza artificiale.