Google vuole aiutare a fornire un fotoritocco AI più veloce per tutti

Massima intelligenza artificiale app di fotoritocco PhotoRoom ha stretto una nuova partnership con Google Cloud che dice potrebbe accelerare seriamente la generazione di immagini mantenendo bassi i costi.

Il software, soprannominato dall’azienda “il fornitore di intelligenza artificiale generativa più veloce nello spazio commerciale”, è progettato per consentire alle aziende di creare e modificare le immagini dei prodotti per piattaforme di e-commerce.

Annunciando la sua intenzione di potenziarsi AI prestazioni con i “supercomputer” A3 di Google, la società ha affermato che l’abbinamento ridurrà i tempi di produzione delle fotografie dei prodotti per le piccole imprese e gli imprenditori “da giorni a meno di un’ora, senza compromettere l’accuratezza o la qualità”.

Prodotto, produzione e fotoritocco

Come la maggior parte della creazione di contenuti commerciali, la fotografia di prodotto richiede immagini di alta qualità prodotte ad alta velocità. Non solo gli articoli devono apparire al meglio, ma i siti web devono coprire le variazioni dal colore alla taglia se devono essere aggiunti al carrello di un acquirente.

È un processo che richiede tempo e lo spazio che PhotoRoom, fondata nel 2019, occupa. IL editor di foto semplifica la manipolazione delle immagini, consentendo alle aziende di migliorare le riprese dei prodotti e aggiungere sfondi unici generati dall’intelligenza artificiale, mentre editor fotografico gratuito gli strumenti includono un dispositivo di rimozione dello sfondo e un dispositivo di rimozione degli oggetti.

Sottolineando l’importante crescita nell’utilizzo di genAI, Matthieu Rouif, CEO di PhotoRoom, ha dichiarato: “Stiamo già elaborando 2 miliardi di immagini all’anno e prevediamo che raddoppieranno nel 2024, poiché sempre più aziende adotteranno la tecnologia di intelligenza artificiale generativa di PhotoRoom. Google Cloud fornisce il base ideale per il nostro continuo successo con la sua capacità di scalare, la sua flessibilità e la sua infrastruttura sostenibile”.

L’utilizzo delle istanze Google Cloud A3 è una scelta convincente. Presentata a maggio 2023, la nuova generazione GPU i supercomputer sono progettati per addestrare e fornire quelli che Google ha definito “i modelli di intelligenza artificiale più esigenti” per l’IA generativa e gli LLM. Tuttavia, la partnership avvantaggia Google tanto quanto PhotoRoom, rafforzando il chiaro focus B2B del gigante della ricerca quando si tratta di portare l’intelligenza artificiale alle masse.

“Siamo entusiasti di offrire a PhotoRoom l’infrastruttura leader del settore, i modelli di base e gli strumenti di intelligenza artificiale di Google Cloud in modo che l’azienda possa creare, addestrare e implementare l’intelligenza artificiale in modo creativo, affidabile e su larga scala”, ha affermato Mark Lohmeyer, vicepresidente e direttore generale di Google Nuvola.