Infiammazione: il lato buono e quello brutto

Il tuo corpo è il tuo regno. Come un regno, ha il suo esercito che respinge gli invasori. Quando è in crisi, schiera i suoi soldati per combattere il nemico e proteggerti. Non è meraviglioso? Hai il tuo esercito dentro di te.

Allora, da dove viene l’infiammazione? Come è correlato? L’infiammazione è la risposta del tuo corpo quando il tuo corpo è sotto attacco. Emette cellule infiammatorie e citochine per intrappolare i batteri e iniziare la guarigione.

Quindi, impariamo di più sull’infiammazione, compresi i suoi lati positivi e negativi.

L’infiammazione in dettaglio

L’infiammazione è il processo in cui i globuli bianchi (WBC) del tuo corpo combattono le infezioni e ti proteggono da virus e batteri dannosi. In altre parole, è il meccanismo di combattimento del tuo corpo. L’infiammazione è di due tipi, infiammazione acuta e infiammazione cronica.

Infiammazione acuta:

L’infiammazione acuta si verifica quando il corpo utilizza cellule infiammatorie per far fronte a danni improvvisi, come un infortunio. In questo processo, le cellule iniziano il processo di guarigione.

Infiammazione cronica:

Come stabilito, l’infiammazione è la risposta naturale del corpo quando è sotto attacco. Tuttavia, in alcuni casi, il corpo continua a inviare cellule infiammatorie anche quando non vi è alcun pericolo apparente. Un esempio è l’artrite reumatoide, in cui le cellule attaccano i tessuti articolari.

Infiammazione: il lato positivo e quello negativo

Il lato positivo

Bene, l’aspetto positivo dell’infiammazione è che il tuo corpo combatte le infezioni e ti guarisce. Il risultato può essere arrossamento, disagio e dolore. Ma questa non è la parte negativa. È un segno che il tuo corpo si sta preparando a guarire. Impariamolo in dettaglio.

Il sistema immunitario del nostro corpo risponde ai danni rilasciando molecole che dilatano i vasi sanguigni e portano altre cellule immunitarie sul campo di battaglia. L’aumento del flusso sanguigno provoca il rossore che di solito si vede dopo un infortunio. Quando ciò accade, i vasi sanguigni diventano “perdenti”, solo per aprire la strada alle cellule immunitarie. Questo è ciò che causa il gonfiore, soprattutto quando sei ferito. Il fluido fuoriesce dal sangue per raggiungere i tessuti. Alcuni di questi segnali infiammatori possono anche essere segnali di dolore che aiutano ad aprire i vasi sanguigni.

Questo è il normale processo infiammatorio quando il tuo corpo viene ferito o attaccato da virus o batteri e non provoca effetti dannosi a lungo termine.

Il lato negativo

Il lato negativo è quando le cellule infiammatorie iniziano ad attaccare anche quando non c’è pericolo intorno. Questo è il momento in cui inizia a danneggiare anche le cellule buone e sane e può portare a una serie di disturbi tra cui asma, cecità, cancro, diabete e aterosclerosi.

Mentre l’infiammazione acuta è di breve durata ed è attiva solo finché il corpo o la ferita non sono guariti. Tuttavia, quando si sviluppa senza alcuna ragione medica, può durare tutta la vita e, a lungo termine, può causare più danni che benefici. È spesso collegato al diabete, alle malattie cardiovascolari, all’epatite C, al cancro e persino all’eccesso di peso.

Ma perché e come?

Una cosa che collega il diabete e l’obesità è l’infiammazione cronica.

Infiammazione, obesità e diabete

Devi sapere che le cellule infiammatorie producono numerose ondate di sostanze chimiche, chiamate citochine, che uccidono i germi. Tuttavia, anche le cellule adipose producono le stesse sostanze chimiche. Quindi, quando si aumenta di peso, le cellule adipose crescono e attirano le cellule che combattono le malattie. Il peso dell’obesità può anche schiacciare le cellule adipose poiché le cellule infiammatorie entrano in scena per ripulire il caos. Ciò non rende il problema facile ma peggiore. Inoltre, l’infiammazione provoca anche l’azione dell’insulina, portando al diabete.

Infiammazioni e malattie cardiache

L’infiammazione cronica causa molte condizioni circolatorie e cardiache, come l’aterosclerosi, che può portare a ictus e infarti.

L’aterosclerosi si verifica quando si formano placche di grasso nelle pareti delle nostre arterie. Se le cellule del rivestimento delle arterie vengono danneggiate (a causa della pressione alta o del fumo), l’infiammazione che ne deriva può facilitare l’accumulo di molecole di grasso e cellule immunitarie.

Ciò che causa ulteriori danni è la risposta immunitaria all’accumulo, che rende l’arteria indurita e ristretta, limitando il flusso sanguigno e provocando attacchi di cuore.

Pensieri conclusivi

l’infiammazione si rivela un’arma a doppio taglio, con aspetti sia vantaggiosi che dannosi. Mentre l’infiammazione acuta funge da meccanismo di difesa cruciale, proteggendo il corpo dagli invasori dannosi e promuovendo la guarigione, l’infiammazione cronica può portare a una serie di problemi di salute.

Prenota oggi stesso il tuo check-up completo della salute del corpo