La nuova funzione Chat Lock di WhatsApp manterrà le tue conversazioni private al sicuro

WhatsApp sta attualmente implementando una nuova funzionalità di blocco della chat che garantirà che le tue conversazioni private rimangano tali.

L’aggiornamento Chat Lock prende i thread di chat e li colloca dietro la propria cartella bloccata a cui è possibile accedere solo tramite la password o la biometria del dispositivo. Inoltre, il contenuto di quelle conversazioni sarà nascosto nelle tue notifiche in modo che le persone ficcanaso non possano vedere di cosa stai parlando.

Meta stati nel post dell’annuncio che Chat Lock è l’ideale per le persone che condividono uno smartphone sbloccato con la famiglia o, come mostrato nel trailer ufficiale, hanno il loro dispositivo rubato dal loro fastidioso fratellino. Per abilitare la protezione non devi fare altro che toccare il nome della chat e selezionare l’opzione di blocco. Per rivelare quelle chat, “abbassa la tua casella di posta”, quindi inserisci la tua password o dati biometrici per sbloccarli. Roba abbastanza semplice.

Ci sono piani per espandere le opzioni di Chat Lock “nei prossimi mesi”. Meta afferma che sarà possibile bloccare le tue conversazioni sui dispositivi complementari. Inoltre, gli utenti saranno presto in grado di creare password personalizzate per la chat diverse da quelle sui loro smartphone.

Per quanto riguarda il lancio, il post non dice se si tratta o meno di un’implementazione globale né menziona nulla sulla possibilità di utilizzare Face ID per sbloccare le chat. Abbiamo contattato Meta per chiarimenti. Questa storia verrà aggiornata se avremo notizie.

La nuova funzione Chat Lock su WhatsApp

Margini di miglioramento

Chat Lock si unisce al lungo elenco di funzionalità di sicurezza di WhatsApp dalla verifica del dispositivo alla crittografia end-to-end e all’autenticazione a due fattori, ma ciò non significa che le cose siano perfette. C’è sempre spazio per migliorare perché ogni tanto qualcosa va storto.

In questo caso, ci riferiamo in particolare a un bug scoperto di recente che consente a WhatsApp di utilizzare continuamente il microfono di un telefono anche se l’app è chiusa. Questo è stato scoperto per la prima volta da un ingegnere di Twitter che ha pubblicato un file screenshot dell’app usando il microfono almeno nove volte la mattina presto del 6 maggio. Meta ne è consapevole ma afferma che non è colpa loro. Invece il funzionario Account Twitter WhatsApp punta il dito contro Google, sostenendo che c’è un bug nella Privacy Dashboard su Android. Indipendentemente da chi sia la colpa, ti consigliamo di disattivare il microfono tramite il menu delle impostazioni del tuo dispositivo per garantire la completa privacy.

Ma se questo non ti soddisfa, dai un’occhiata all’elenco di CercaGratis le migliori app di messaggistica crittografate del 2023 per le alternative.