Microsoft elimina il social network aziendale che nessuno ricordava avesse

Microsoft ha annunciato il sipario finale per Yammer, il social network incentrato sulle aziende che ha acquisito oltre un decennio fa.

Con un costo di circa 1,2 miliardi di dollari, Yammer è stato acquisito dal gigante del software per ufficio nel 2012 ed è stato integrato nella suite Microsoft Office dell’azienda come compagno di social network per artisti del calibro di Word, Excel e Powerpoint.

Tuttavia non è riuscito a guadagnare davvero trazione, in gran parte esistente in background, nonostante una buona pipeline di aggiornamenti e upgrade da parte di Microsoft.

Viva il coinvolgimento

Tuttavia non è del tutto la fine per i servizi e gli strumenti di Yammer, poiché la piattaforma verrà invece inserita nell’offerta Viva Engage di Microsoft.

Lanciato nel 2019, Microsoft Viva è stato il tentativo dell’azienda di riunire la sua collaborazione online e strumenti e servizi aziendali in un’unica piattaforma, con Viva Engage rilasciato nel 2022 per consentire ai lavoratori di esprimersi in modo più personale.

“Viva Engage è un’app social per comunità digitali, conversazioni e strumenti di autoespressione che si basa sulle funzionalità esistenti dell’app Comunità per Teams e Microsoft 365 per connettere i dipendenti e consentire a tutti di contribuire ed esprimersi incontrando le persone ovunque si trovino in Teams e Microsoft 365”, ha affermato la società all’epoca.

Nella voce della roadmap ufficiale di Microsoft 365 (si apre in una nuova scheda) delineando il cambiamento, la società osserva che il rebranding “fornirà un’esperienza coerente e piacevole ai nostri clienti e utenti” che dovrebbe aiutarli a ottenere di più dalla piattaforma.

In un post sul blog (si apre in una nuova scheda) espandendosi su questo, il vicepresidente capo di Viva e Yammer Murali Sitaram ha affermato che la piattaforma si stava “evolvendo” per diventare parte di Viva Engage a seguito della “confusione” sull’avere due servizi che offrono molte delle stesse esperienze.

“Yammer alimenta le esperienze della community in Microsoft da oltre un decennio”, ha scritto.

“In quel periodo, abbiamo visto i nostri clienti utilizzare Yammer per influenzare la loro cultura aziendale, riunire i dipendenti durante i periodi di prova, condividere le conoscenze e conferire ai dipendenti una voce che influenza positivamente il cambiamento all’interno delle loro organizzazioni”.

“Durante questo periodo, ci hai ispirato, ci hai plasmato e sei cresciuto con noi”.

Il rebranding, che dovrebbe essere completato entro la fine del 2023, interesserà Yammer in tutte le sue attuali iterazioni, con i clienti Web e mobili che ne risentiranno.

Microsoft afferma che gli utenti inizieranno a vedere Yammer diventare Viva Engage attraverso l’aggiornamento di elementi del marchio come logo, icona dell’app e nome entro i prossimi mesi, con Sitaram che osserva che le modifiche al marchio non influiranno sul prezzo di Yammer o Viva per i clienti.