Microsoft Outlook sta ricevendo un aggiornamento AI che renderà ridondanti le app Mail e Calendar

Microsoft prevede di chiudere le sue app di posta e calendario e unire le due in un Outlook aggiornato per Windows, sfruttando questa opportunità per introdurre più funzionalità di intelligenza artificiale.

In un post sul blog da Microsoft all’inizio di questo mese, la società ha notato che i dispositivi Windows 11 che verranno spediti il ​​prossimo anno includeranno il nuovo Outlook per Windows come app predefinita per la cassetta postale. L’Outlook aggiornato includerà strumenti sia di posta che di calendario che elimineranno la necessità delle rispettive app di posta e calendario: quindi utilizzerai solo il nuovo Outlook.

(ndr: dai un’occhiata alla nostra migliore guida all’acquisto di app di calendario e alla nostra guida al miglior client di posta elettronica)

IL Registrati osserva che le app Mail e Calendar saranno ancora disponibili per il download tramite Microsoft Store fino alla fine del 2024, ma la mossa non sembra essere una decisione popolare in base alle reazioni online e al tweet di un ingegnere di sistema e Office 365 lo specialista Michael Reiners suggerisce che Microsoft potrebbe ripensare il piano, o almeno i tempi.

Il tweet seguente mostra uno screenshot di un’e-mail o di un promemoria di Microsoft che dice “Stiamo rivalutando i tempi e l’implementazione di questa modifica e forniremo informazioni aggiornate a breve”.

Vedi altro

Non è chiaro il motivo per cui il gigante della tecnologia esiti a implementare questi cambiamenti e la società non ha ancora risposto a una richiesta di commento da parte del Registro.

Microsoft offre agli utenti la possibilità di guardare l’ultimo Outlook per Windows. Se desideri provarlo, vai all’app Posta e calendario e premi l’interruttore “Prova il nuovo Outlook”. L’unione delle funzionalità di posta e calendario in Outlook fa parte del più ampio piano One Outlook di Microsoft presentato nel 2020 per creare un unico Outlook per PC, Mac e Web.

Queste modifiche offrono a Microsoft l’opportunità di implementare l’intelligenza artificiale in Outlook e, si spera, di semplificare le attività quotidiane all’interno delle funzionalità di posta e calendario, in modo simile a come Google ha introdotto Bard e l’IA generativa in Google Workspace.

Che tu sia favorevole all’integrazione dell’IA nel tuo spazio di lavoro quotidiano, sembra che questa sia la direzione verso cui aziende come Microsoft e Google sono irremovibili. Sarebbe interessante vedere esattamente come Microsoft intende introdurre l’intelligenza artificiale per declassare e migliorare la gestione delle attività.