Microsoft ti dà la possibilità di saltare la coda e tirare i dadi sugli aggiornamenti di Windows 11

Windows 11 ha appena ricevuto un aggiornamento facoltativo in cui Microsoft ha apportato una piccola ma importante modifica al modo in cui funzionano gli aggiornamenti stessi.

Con la patch KB5025305, ora c’è un passaggio a flick che ti consente di chiedere che il tuo PC abbia la priorità – messo in cima alla coda – per gli aggiornamenti non di sicurezza. Significa aggiornamenti che aggiungono funzionalità (come i nuovi Moments di Microsoft, ad esempio – detestiamo ancora quel nome) rispetto a quelli che applicano correzioni per sostenere i difetti di sicurezza.

Troverai questo interruttore, denominato “Ottieni gli ultimi aggiornamenti non appena sono disponibili”, nella pagina Windows Update nell’app Impostazioni (dopo aver installato KB5025305).

Potresti aver visto questo cambiamento nelle build di test in precedenza, ma ora è presente nella versione finale di Windows 11, anche se ancora sotto forma di un aggiornamento di anteprima.

Questo aggiornamento facoltativo diventerà presto una realtà per tutti i PC Windows 11, poiché verrà distribuito a tutti gli utenti come aggiornamento cumulativo per maggio (il 9 maggio).

Oltre a questa nuova capacità di andare in testa alla coda con gli aggiornamenti di Windows, KB5025305 introduce un’ulteriore modifica, questa volta sul fronte estetico, con alcune animazioni aggiunte per l’icona Widget sulla barra delle applicazioni.


Analisi: minimizzare il tuo profilo di rischio

Prima di tutto, dobbiamo dire che è sempre bene avere una scelta, quindi plaudiamo alla decisione di dare almeno all’utente l’opportunità di ricevere aggiornamenti (funzionalità) immediatamente. Dopotutto, se è stata aggiunta una funzionalità per la quale sei disperato, è frustrante quando un aggiornamento non viene visualizzato sul tuo PC per quello che sembra un po ‘(senza una ragione apparente, anche se continui a controllare manualmente).

Quindi, capiamo cosa sta facendo Microsoft qui, ma personalmente, vorremmo comunque evitare questa opzione e ti diremo solo perché (naturalmente). Allacciati le cinture, eccetera.

Il problema con l’ottenimento immediato degli aggiornamenti è che sei potenzialmente in prima linea per essere colpito da un bug (forse uno brutto se sei davvero sfortunato).

Ora, potresti obiettare – e alcune persone lo fanno – che Windows 11 (e Windows 10) vanno per lo più bene con gli aggiornamenti e la possibilità di riscontrare un bug per un dato singolo utente è relativamente ridotta. Certo, vediamo regolarmente molti rapporti sui problemi di Windows 11, ma non riguardano tutti e alcuni potrebbero essere problemi di nicchia. Potresti non sapere mai di un bug se non visiti un determinato angolo del sistema operativo, o usi un’app o un gioco specifico, o non hai un dispositivo o una configurazione del sistema operativo insoliti.

Ma non importa quale sia la tua opinione sui pericoli complessivi dei bug di aggiornamento di Windows – è vero che la nostra è più cauta della maggior parte, probabilmente – il fatto è che c’è ancora una piccola possibilità di essere colpito da uno, qualunque sia il modo in cui lo dici. E il punto cruciale qui è che se aspetti solo poco per ricevere un aggiornamento, quella possibilità diventa ancora più sottile, poiché i primi utenti si imbattono in ostacoli e Microsoft li risolve.

Aspettare un po’ sembra la cosa sensata da fare in termini di minimizzazione del profilo di rischio, soprattutto per gli aggiornamenti delle funzionalità. Perché l’unico motivo per cui vuoi prenderli presto è l’impazienza, ammettiamolo, al contrario degli aggiornamenti di sicurezza in cui c’è un argomento più convincente per entrare il prima possibile, poiché risolvono falle di sicurezza potenzialmente brutte che potrebbero davvero metterti nei guai in alcuni casi .

Infine, dobbiamo ricordare che si tratta ancora di un aggiornamento in anteprima, ma saremmo estremamente sorpresi se Microsoft non introducesse questa modifica con l’aggiornamento cumulativo del mese prossimo. (Sebbene sia teoricamente possibile che qualsiasi modifica venga abbandonata all’ultimo minuto, se vengono scoperti problemi in questo periodo finale di test).

Per noi, il cambiamento più importante che Microsoft potrebbe apportare agli aggiornamenti di Windows è risolvere quei problemi di errore di installazione con messaggi di errore strani e privi di significato: una correzione che c’è una minima possibilità potrebbe essere appena stata implementata (anche se non stiamo trattenendo il respiro).