Miti e idee sbagliate sull’infertilità

Per alcuni di noi, la definizione di felicità è avere una piccola famiglia perfetta: un partner amorevole e bambini che entrambi potete vedere crescere fino a diventare adulti felici e di successo. Per quanto sia un bisogno fondamentale, un desiderio fondamentale per noi, concepire può essere difficile per alcune coppie. Ciò che lo rende ancora più difficile di quanto non sia già sono i miti e le concezioni che circondano l’infertilità.

Il tumulto emotivo di fallire numerose volte e credere in cose che non sono nemmeno vere in primo luogo è indescrivibile. Ecco perché diventa fondamentale sfatare miti e idee sbagliate sull’infertilità. Non influenzano solo la salute mentale, ma anche i nostri sforzi e, soprattutto, le nostre relazioni.

In questo post del blog, sfateremo alcuni dei miti e delle idee sbagliate ampiamente diffusi sull’infertilità.

Mito 1: L’infertilità è colpa di una donna

Verità: anche gli uomini possono essere sterili

L’infertilità è stata spesso considerata una colpa della donna, grazie ai nuovi stereotipi prevalenti nella società indiana. Ma affrontiamo il fatto qui che sia le donne che gli uomini possono essere sterili. Se una coppia non è in grado di concepire, non sono sempre le donne ad avere problemi di fertilità, possono essere anche gli uomini. Se gli studi sono interessati, in oltre il 50% delle coppie, i disturbi dello sperma o altri problemi riproduttivi maschili causano infertilità. Questi problemi si espandono non solo al numero di spermatozoi, ma anche alla forma dello sperma e alla sua mobilità. Qualunque sia il problema, deve essere diagnosticato e trattato.

Mito 2: Concepire è facile dopo la prima gravidanza

Verità: non è necessario

Si presume spesso che concepire un bambino diventi più facile dopo la prima gravidanza. Ma è il contrario, la maggior parte delle coppie ha difficoltà a concepire un bambino dopo la prima gravidanza. Ciò può essere dovuto alle complicazioni che si sono verificate nelle prime gravidanze o ai problemi primari che rendevano difficile la tua prima gravidanza. Possono anche essere problemi legati all’età se il divario tra la prima gravidanza e la seconda è più lungo.

Inutile dire che è essenziale diagnosticare il problema e cercare un trattamento al più presto per evitare ulteriori disagi e complicazioni.

Mito 3: le donne non possono rimanere incinte dopo i trent’anni

Verità: l’età può creare difficoltà, ma la gravidanza non è impossibile per le donne sulla trentina

Mentre è vero che le donne sono le più fertili e hanno maggiori possibilità di rimanere incinta intorno ai 20 anni, ciò non significa che diventino sterili quando raggiungono i trent’anni. Molte donne sulla trentina hanno gravidanze sane e di successo. Le donne possono rimanere incinte fino a raggiungere la menopausa, che può anche essere intorno ai 40 anni.

Mito 4: il controllo delle nascite può causare infertilità

Verità: le pillole anticoncezionali non causano infertilità

Alcune donne si astengono dall’assumere pillole anticoncezionali per paura dell’infertilità. Ma solo perché tu lo sappia, anche se le pillole anticoncezionali prevengono efficacemente le gravidanze, diventano inefficaci nel momento in cui smetti di prenderle. Avrai i tuoi periodi entro un mese o due dopo aver scartato le pillole; tuttavia, se non hai un ciclo mestruale regolare per tre mesi o più, devi consultare un medico.

Mito 5: Ciclo mestruale irregolare significa che sei sterile

Verità: il ciclo mestruale irregolare non significa che sei sterile

Un ciclo mestruale irregolare è più comune di quanto si pensi. Potrebbe non essere un segno di infertilità ma altre condizioni mediche come la PCOS. Ma a parte questo, i cicli mestruali irregolari possono essere dovuti anche ad altri fattori, tra cui uno stile di vita sedentario e lo stress. Lo stress, lo stile di vita sedentario, la cattiva alimentazione e il sonno possono tutti contribuire a cicli mestruali irregolari. Puoi provare a condurre uno stile di vita sano, compreso un regolare esercizio fisico, una dieta sana e una buona salute mentale, ma se non risolvono il problema, è tempo di vedere un ginecologo.

Mito 6: La tua salute generale non influisce sulla tua fertilità

Verità: la salute generale è un fattore significativo che influenza la fertilità

Molti di noi minano l’importanza della buona salute. La nostra salute influisce su tutto nel nostro corpo, dalla pelle e dai capelli alle funzioni del corpo e persino alla fertilità. Seguire una dieta malsana, fare troppo o non fare esercizio fisico, fumare e bere hanno tutti un enorme impatto sulla fertilità.

Pensieri di chiusura

Sfatare i miti e le idee sbagliate sull’infertilità è fondamentale per promuovere la comprensione, la compassione e il sostegno per gli individui e le coppie che affrontano problemi di fertilità. Sfidando credenze obsolete e fornendo informazioni accurate, possiamo abbattere gli stigmi e creare una società più inclusiva ed empatica. È essenziale riconoscere che l’infertilità è un problema complesso con cause diverse e che il viaggio verso la genitorialità è unico per ogni individuo. Promuovendo l’istruzione, il dialogo aperto e l’accesso a interventi medici appropriati, possiamo offrire speranza e responsabilizzazione a coloro che percorrono il percorso dell’infertilità, aiutandoli infine a realizzare i loro sogni di creare una famiglia.

Prenota i test di gravidanza oggi