Non chiedere a ChatGPT o Google Bard una chiave di Windows 11: ecco perché

C’è stata una raffica di segnalazioni di ChatGPT e Google Bard che forniscono agli utenti chiavi seriali per Windows 11 (o Windows 10), ma come puoi immaginare, queste non sembrano essere completamente funzionanti (e non è nemmeno una buona idea cercare questo metodo per far funzionare un sistema operativo – torneremo sul perché più avanti).

Neowin ha riferito di alcuni di questi incidenti, come segnalato su Twitter da Sid, che ha pubblicato informazioni sulle chiavi di Windows 10 Pro fornite sia da ChatGPT (che alimenta Bing AI) che dal chatbot Bard di Google.

Vedi altro

Sid ha anche pubblicato un post su come ottenere con successo un aggiornamento da Windows 11 Home a Windows 11 Pro utilizzando lo stesso metodo (che abbiamo anche visto rubare le chiavi di Windows 7 in precedenza, la scorsa settimana, come scoperto da Endermann).

Vedi altro

In effetti, abbiamo visto un post su Reddit secondo cui un codice richiesto per Windows 7 Ultimate funzionava effettivamente per Windows 11 Pro (aggiungi il condimento con tutte queste affermazioni, ovviamente: non è difficile trovare ulteriori rapporti in questo senso su vari forum online) .


Analisi: non lasciarti tentare…

Allora, cosa sta succedendo qui? Per cominciare, come puoi vedere se passi al setaccio questi vari thread, un gran numero di queste chiavi non funziona comunque. Tuttavia, alcune persone stanno avendo successo con almeno un piccolo numero di chiavi seriali fornite e stanno installando Windows 10 o 11 (o avviando un aggiornamento a Pro).

Il consiglio dato a coloro che non riescono a farne funzionare uno è semplicemente di continuare a provare, ma anche se ti imbatti in uno che è buono per iniziare l’installazione del sistema operativo, non è la fine della storia.

Il fatto è che queste sembrano essere chiavi di installazione generiche, nel senso che consentono l’installazione di una determinata versione di Windows, ma, soprattutto, non l’attivazione. Queste chiavi generiche sono disponibili gratuitamente e progettate per chiunque desideri, ad esempio, provare un sistema operativo sulla propria macchina per assicurarsi che funzioni o per averne un assaggio.

In altre parole, andare avanti con l’installazione (o il processo di aggiornamento, in alcuni casi) con una di queste chiavi che a prima vista sembra funzionare potrebbe finire con un mal di cuore quando ti rendi conto che non può essere attivata – e alla fine devi riportare il tuo PC a com’era. In breve, dovrai affrontare un sacco di problemi per niente.

Quello che apparentemente sta facendo il chatbot è estrarre chiavi generiche da un sito web da qualche parte (queste non sono difficili da trovare, tutto ciò che devi fare è una semplice ricerca sul web). Come ci informa Neowin, quando ha provato la stessa acrobazia, Bard ha persino sottolineato che la chiave proveniva da un vecchio PC (e, in modo divertente, ChatGPT ha affermato che le chiavi erano solo per “uso personale e non dovrebbero essere utilizzate per attività illegali”) .

Anche se, in qualche modo, una di queste chiavi funzionasse e risultasse valida per l’attivazione – di cui, a dire il vero, ci sono anche segnalazioni (qui, prendi la saliera) – pensiamo ancora che a un certo punto pagherai inevitabilmente il prezzo per eludere il pagamento di un prodotto, che dopo tutto È pirateria. Dare la colpa a un chatbot che ti fornisce il codice non sarà una difesa credibile: sei comunque andato avanti e hai fatto consapevolmente qualcosa di illegale.

Per riassumere, quindi, faresti meglio a ignorare questi sussurri di chiavi seriali gratuite e saremmo sorpresi se ne avessi una che funziona per la convalida effettiva (e continua a funzionare in futuro, perché non ci sono garanzie con una chiave ottenuto con mezzi ingannevoli). Vale la pena vivere all’ombra del potenziale dell’installazione del tuo sistema operativo che si spegne a un certo punto grazie a quella chiave? Nel nostro libro, no, non lo è – e come abbiamo già detto, questo è comunque illegale. Stia bene alla larga…