Non preoccuparti, WhatsApp in realtà non sta usando il microfono del tuo telefono per ascoltare

Google ha finalmente riconosciuto e risolto un bug di Android che ha causato WhatsApp per ottenere l’accesso non autorizzato al microfono di uno smartphone.

Se non hai molta familiarità con la storia, verso i primi di aprile alcune persone hanno iniziato a notare e segnalare online che il software utilizzava il microfono del proprio dispositivo senza il loro consenso. Questo problema è giunto al culmine il 6 maggio quando l’ingegnere di Twitter Foad Dabiri se ne è accorto WhatsApp aveva ottenuto l’accesso al microfono sul suo Pixel7 Pro almeno nove volte in una mattina. Ogni volta che si verificava l’errore, appariva una notifica che lo informava dell’accaduto. L’account Twitter ufficiale di WhatsApp ha risposto, sostenendo che il problema era causato da un bug di Android che attribuiva erroneamente le informazioni sulla dashboard della privacy del telefono, quindi ha chiesto a Google di implementare rapidamente una soluzione. Il gigante della tecnologia ha impiegato quasi due mesi per riconoscere il problema, ma fortunatamente quel giorno è arrivato.

IL account Twitter ufficiale degli sviluppatori Android recentemente ha dichiarato che il bug riguardava solo un “numero limitato di utenti WhatsApp”, spiegando perché non si trattava di un problema diffuso. Per correggere l’errore di sicurezza e interrompere quelle notifiche, Google afferma che tutto ciò che devi fare è installare l’ultima versione di WhatsApp, cosa che ti consigliamo vivamente di fare.

Panico erroneamente attribuito

Fino ad oggi, nessuno sa cosa abbia causato il bug del microfono in primo luogo. I dettagli tecnici che circondano l’errore sono quasi inesistenti in quanto né Google né Meta (la società madre di WhatsApp) hanno rivelato alcun dettaglio. Non c’è nemmeno nulla al riguardo nel log delle modifiche di Android 13 sul Sito web per sviluppatori Android.

Ma l’unica cosa che si può dire è che nulla è stato effettivamente registrato. COME chiarito da WABetaInfo, WhatsApp non ha effettivamente ottenuto l’accesso al microfono sul dispositivo mobile di nessuno. Ha appena attivato le notifiche facendole andare un po’ in tilt. Ciò a sua volta ha portato alcune persone online a pensare di essere spiate o che la loro privacy fosse stata violata, ma in realtà non è successo niente del genere. Abbiamo contattato Google per vedere se la società è disposta a divulgare ulteriori informazioni sulla correzione. Questa storia verrà aggiornata se avremo notizie.

Avere la tranquillità di sapere che le tue informazioni sono al sicuro e che nulla viene registrato è vitale per molti utenti. Tuttavia, il software non può risolvere tutto. Se vuoi portare la tua sicurezza al livello successivo, assicurati di controllare l’elenco di CercaGratis smartphone più sicuri per giugno 2023.