Questa app gratuita impedisce all’IA di rubare il tuo stile artistico

I ricercatori hanno creato uno strumento gratuito che, secondo loro, può aiutare a fermare il text-to-image AI strumenti che copiano lo stile di un artista.

Conosciuto come Glaze, il progetto di ricerca dell’Università di Chicago consente agli artisti di aggiungere uno strato di mantello al loro lavoro, rendendo più difficile per i generatori di arte AI strappare le opere degli artisti.

Glaze, che è ancora in versione beta, applica i cosiddetti “mantelli di stile” alle opere d’arte prima che vengano condivise online. “Questi mantelli applicano perturbazioni appena percettibili alle immagini e, se usati come dati di addestramento, fuorviano i modelli generativi che cercano di imitare un artista specifico”, secondo gli sviluppatori.

E pensavi che l’intelligenza artificiale fosse intelligente

Segnalando una radicale interruzione del modo in cui creiamo e consumiamo opere d’arte, i generatori di arte AI consentono agli utenti di inserire richieste di testo per generare capolavori unici (e spesso bizzarri). Offrono un modo più efficiente per i creatori e le aziende di creare contenuti.

Ma la controversa tecnologia ha colpito i titoli dei giornali per tutte le ragioni sbagliate negli ultimi tempi, che lo sia Adobe usa l’arte per addestrare il suo strumento Sensei O artisti e siti di fotografia che perseguono le piattaforme attraverso i tribunali.

È un problema che app come Glaze potrebbero essere in grado di risolvere. Perché, nonostante la fanfara che circonda la sua comparsa, l’IA generativa da testo a immagine non è così intelligente come gli utenti potrebbero pensare – ancora.

Sul suo sito web ufficiale, il team osserva che “il tallone d’Achille per i modelli di intelligenza artificiale è stato un fenomeno chiamato esempi contraddittori: piccole modifiche negli input che possono produrre enormi differenze nel modo in cui i modelli di intelligenza artificiale classificano l’input”.

L’uso di Glaze per aggiungere uno strato di occultamento al contenuto altera il modo in cui questi modelli interpretano particolari opere d’arte. Protegge efficacemente lo stile di un artista, anche se ha già condiviso molti dei suoi lavori online e l’ha visto utilizzato per addestrare l’IA in passato.

I ricercatori hanno spiegato che poiché i modelli di intelligenza artificiale perfezionano continuamente e acquisiscono nuovi dati di addestramento, “più immagini nascoste pubblichi online, più il tuo stile si sposterà nello spazio delle caratteristiche del modello di intelligenza artificiale, avvicinandosi allo stile di destinazione (ad esempio, lo stile di van Gogh ). Ad un certo punto, quando il cambiamento sarà abbastanza significativo, il modello AI inizierà a generare immagini nello stile di van Gogh quando gli verrà chiesto il tuo stile”.

Mentre l’enfasi ora è sui soli artisti, aspettati di vedere artisti del calibro di Disney per implementare strumenti come Glaze in futuro per proteggere la loro arte e prevenire la violazione del copyright.

Gli artisti possono scaricare Glaze gratuitamente per uso non commerciale facendo clic su Qui.