Uno sguardo più da vicino al cancro cervicale: comprendere le strategie di diagnosi e trattamento”

Il cancro cervicale è uno dei tipi di cancro più comuni al mondo. Come suggerisce il nome, il cancro cervicale inizia nella cervice. La cervice è una parte del corpo che collega la vagina all’utero.

Dato che questo tipo di cancro inizia negli organi riproduttivi nel corpo di una donna, alcune persone confondono tra cancro ovarico e cancro cervicale. Sebbene entrambi siano tumori ginecologici, colpiscono sezioni separate del sistema riproduttivo e presentano fattori di rischio, sintomi, opzioni di trattamento e tassi di sopravvivenza distinti.

La maggior parte dei tumori della cervice sono causati dal virus del papilloma umano (HPV), che può essere trasmesso durante il contatto sessuale. Il cancro cervicale generalmente si sviluppa gradualmente nel tempo, iniziando con la formazione di cellule aberranti nel tessuto cervicale. Successivamente, le cellule tumorali iniziano a svilupparsi e a diffondersi ulteriormente nella cervice e nei tessuti circostanti.

Sintomi e segni comuni del cancro cervicale

Gli stadi del cancro cervicale vanno da 1 a 4. Il punteggio più basso indica che il cancro colpisce solo la cervice. Man mano che i numeri aumentano, il cancro avanza. Il cancro cervicale allo stadio 4 può essersi diffuso agli organi adiacenti o ad altre parti del corpo.

Le donne con precancerosi e tumori cervicali in fase iniziale in genere non mostrano segni o sintomi. Segni e sintomi si sviluppano una volta che il cancro ha raggiunto uno stadio avanzato. Sintomi più gravi possono comparire nelle fasi successive.

I sintomi associati al cancro cervicale possono includere:

  • Sanguinamento mestruale irregolare
  • Sanguinamento vaginale anomalo, in particolare durante i rapporti sessuali e l’esame pelvico,
  • Sanguinamento e spotting postmenopausale.
  • Dolore vaginale insolito o secrezione odorosa dalla vagina, che può contenere sangue e può verificarsi tra un ciclo e l’altro o dopo la menopausa
  • Dolore durante il sesso
  • Dolore alla schiena, alle gambe o al bacino
  • Stanchezza, perdita di peso e mancanza di appetito
  • Gonfiore a una gamba.

Se avverti questi sintomi, consulta un oncologo ginecologico, un operatore sanitario formato per trattare i tumori ginecologici, compreso il cancro cervicale.

Diagnosi di cancro cervicale

La maggior parte dei tumori cervicali può essere evitata con la diagnosi precoce, che prevede uno screening pelvico di tutte le donne nella fascia di età target (30-49 anni) e il trattamento di eventuali lesioni precancerose riscontrate.

Il cancro cervicale può essere diagnosticato con valutazioni cliniche ed esami efficaci, solitamente seguiti da un rinvio a servizi di trattamento come chirurgia, radioterapia e chemioterapia, nonché cure palliative per fornire cure di supporto e sollievo dal dolore.

Altre procedure per rilevare la presenza di cellule anormali includono:

  • Colposcopia
  • Curettage endocervicale o raschiamento endocervicale
  • Biopsia del cono o conizzazione

Rileva il cancro nelle donne che non presentano sintomi e sembrano essere in buona salute. Lo screening è importante poiché sia ​​le lesioni precancerose che le neoplasie cervicali precoci possono essere trattate con successo in questa fase. Il cancro cervicale viene trattato attraverso una varietà di metodi. Dipende dal tipo di cancro cervicale e dalla misura in cui si è diffuso.

Opzioni terapeutiche per il cancro cervicale

Screening del cancro della cervice: ispezione visiva con acido acetico (VIA).

  • È un test semplice in grado di rilevare lesioni precancerose cervicali e carcinomi invasivi precoci.
  • I risultati VIA sono immediatamente disponibili e non richiedono alcun laboratorio o assistenza specializzata.
  • Il 3-5% di acido acetico viene somministrato alla bocca della zona cervicale. Eventuali lesioni bianche vengono rilevate dopo un minuto dalla somministrazione.
  • In condizioni normali, il canale vaginale può apparire rosso o rosa a causa del riflesso della luce.
  • In caso di infiammazione, crescita benigna e maligna, potresti notare una densa area bianca sopra la bocca della cervice. Questo è considerato un test VIA positivo.
  • Le donne VIA-positive dovrebbero essere gestite.

Screening del cancro della cervice mediante il test di Papanicolaou (Pap).

Comunemente utilizzato per lo screening del cancro cervicale.

Procedura di Pap test/pap test

  • Un minuscolo spazzolino viene utilizzato per raccogliere le cellule dalla superficie della cervice e dalle aree circostanti.
  • Le cellule vengono esaminate al microscopio per determinare se sono anormali.

Screening del cancro della cervice mediante test HPV-DNA

  • Questo test rileva il DNA dell’HPV ad alto rischio nelle cellule cervicali.
  • La tecnica è la stessa del Pap test. L’OMS raccomanda i test del DNA dell’HPV rispetto ai test basati sulla citologia come il pap test o i test VIA.
  • È stato dimostrato che ha più successo nell’evitare il cancro cervicale poiché è diagnostico oggettivo e non lascia spazio all’interpretazione dei risultati.
  • Per la popolazione generale delle donne, il rilevamento del DNA dell’HPV è raccomandato come approccio di screening primario, a partire dall’età di 30 anni e continuando ogni 5-10 anni. Si consiglia il rilevamento del DNA dell’HPV per le donne positive all’HIV a partire dai 25 anni, con uno screening regolare successivamente ogni 3-5 anni.

In che modo il test HPV può aiutare con il cancro cervicale?

Il test del Papillomavirus Umano (HPV) svolge un ruolo cruciale nella prevenzione e nella diagnosi precoce del cancro cervicale. L’HPV è una comune infezione trasmessa sessualmente che può portare allo sviluppo di anomalie cervicali e, in definitiva, al cancro cervicale. Identificando la presenza di tipi di HPV ad alto rischio attraverso i test, gli operatori sanitari possono valutare il rischio di cancro cervicale nelle donne.

Il test HPV viene spesso utilizzato insieme al pap test, migliorando l’accuratezza dello screening del cancro cervicale. Mentre il pap test identifica le cellule cervicali anomale, il test HPV rileva direttamente il virus responsabile di queste anomalie. Questo duplice approccio consente una valutazione più completa della salute cervicale della donna.

La diagnosi precoce delle infezioni da HPV consente un intervento tempestivo, riducendo la probabilità di sviluppo del cancro cervicale. Inoltre, il test HPV aiuta a determinare le cure di follow-up appropriate per le donne con infezioni persistenti o cellule anormali.

Cosa puoi fare per ridurre il rischio di cancro cervicale?

I test sopra menzionati aiutano nella diagnosi e nell’intervento precoce. Tuttavia, quando si tratta di ridurre i rischi di cancro cervicale, potrebbero esserci alcune cose che puoi fare. Il cancro cervicale può essere genetico e potrebbe esserci la probabilità che tu lo sviluppi se è nella tua famiglia, ma puoi comunque adottare alcune misure per ridurre al minimo questo rischio.

  • Non trascurare la vaccinazione HPV. Può essere somministrato a partire dall’età di 9 anni. Qualsiasi donna di età compresa tra 9 e 26 anni può sottoporsi alla vaccinazione. Alle donne di età superiore ai 26 anni non è consigliabile sottoporsi alla vaccinazione, tuttavia possono farlo dopo aver parlato con il proprio medico.
  • È necessario utilizzare protezioni durante i rapporti sessuali. L’uso del preservativo non previene solo le gravidanze ma anche le infezioni. L’infezione da HPV può anche essere prevenuta se si utilizza la protezione.
  • Non fumare perché indebolisce il tuo sistema immunitario e ti rende più vulnerabile alle infezioni. In secondo luogo, le cellule cancerogene infette da HPV sono esposte ad agenti cancerogeni fumanti che possono causare danni al DNA mentre le oncoproteine ​​dell’HPV bloccano l’arresto del ciclo cellulare e l’apoptosi.

Pensieri conclusivi

Il cancro della cervice è una malattia che può essere evitata minimizzando i fattori di rischio. Fortunatamente, sono state sviluppate vaccinazioni per proteggere le persone dalle infezioni da tipi di HPV legati allo sviluppo del cancro. La diagnosi precoce e il trattamento delle lesioni precancerose possono prevenire la maggior parte dei tumori cervicali. Tutte le donne dai 30 anni in su dovrebbero essere controllate per il cancro cervicale almeno una volta ogni cinque anni.

Prenota oggi stesso un controllo per il rilevamento delle malattie sessualmente trasmissibili