Vertice Adobe: le esperienze dei clienti vedono un cambiamento nell’IA

Gli strumenti di intelligenza artificiale generativa stanno per espandersi attraverso Experience Cloud di Adobe poiché la società ha annunciato l’intenzione di espandere l’esistente AI innovazioni per le imprese.

Il lancio dei servizi Sensei GenAI consente alle organizzazioni di creare e personalizzare il testo personalizzato su tutti i punti di contatto, in una mossa che Adobe definisce “una rivisitazione dei flussi di lavoro di marketing end-to-end”.

Rivelato all’Adobe Summit 2023, fa parte dell’attuale distribuzione dell’IA dell’azienda, volta a rendere i flussi di lavoro più efficienti e produttivi nell’ecosistema Adobe.

Cosa c’è di nuovo con Sensei per le aziende?

Probabilmente il più grande scossone è l’introduzione di Adobe Lucciola nell’Esperienza Cloud. È la versione dell’azienda di Midjourney e Stable Diffusion, un generatore di arte AI con applicazioni su Photoshop, PremiereProE Adobe Express.

Forse consapevole delle controversie che circondano le opere d’arte generate dall’intelligenza artificiale, la società ha confermato che Firefly è “addestrato su immagini Adobe Stock, contenuti con licenza aperta e contenuti di pubblico dominio in cui il copyright è scaduto, e si concentrerà su immagini ed effetti di testo ed è progettato per generare contenuti sicuro per uso commerciale.

Ma l’obiettivo principale dei servizi Sensei GenAI è la personalizzazione dei percorsi dei clienti, la compressione di dati extra da utenti e visitatori del sito Web e il miglioramento del coinvolgimento generale.

Integrato nativamente in Adobe Experience Cloud e sfruttando più modelli linguistici di grandi dimensioni, Sensei GenAI fornirà una serie di nuovi strumenti.

Questi includono un Scrittore AI per generare testi di marketing in una varietà di stili e formati, dal contenuto del sito Web all’e-mail e alla messaggistica mobile. e nuove tecniche per comprendere e perfezionare le interazioni sui siti Web utilizzando automatizzato strumento di marketing dei contenuti Marketo Engage.

Anche Journey Optimizer e Customer Journey Analytics di Adobe registrano importanti cambiamenti. Gli utenti saranno in grado di creare automaticamente segmenti di pubblico con approfondimenti in tempo reale per campagne più personalizzate.

L’intelligenza artificiale generativa è in grado di simulare queste campagne, consentendo agli utenti di testare nuove esperienze, identificando opportunità, attriti e barriere alla vendita prima del lancio.

“Adobe ha una lunga storia di sblocco dell’IA come co-pilota per i professionisti del marketing e abbiamo una visione per l’IA generativa che copre l’intero ciclo di vita della gestione dell’esperienza del cliente, con la sicurezza di livello aziendale e la governance dei dati che i nostri clienti si aspettano.” ha affermato Amit Ahuja, vicepresidente senior di Adobe per Digital Experience Business.

La crescita del business è guidata dalle esperienze dei clienti e l’IA generativa è una tecnologia fondamentale e trasformativa che avrà un impatto su ogni aspetto del modo in cui i marchi si connettono con i propri clienti”.

  • I migliori strumenti di CX: Strumenti di esperienza del cliente per il feedback aziendale