Windows 11 ha una nuova funzionalità elegante, ma abilitarla è una seccatura

Windows 11 ora ha widget che ti consentono di monitorare il modo in cui il tuo sistema è in esecuzione, anche se il modo per farli funzionare è piuttosto goffo.

Il trucco è che arrivano come parte di una nuova app introdotta per Windows 11, che è attualmente in anteprima, chiamata Dev Home. Come suggerisce il nome, questo è per gli sviluppatori (per aiutarli a renderli più produttivi e semplificare il loro flusso di lavoro per la creazione di software), ma ha un’interessante opzione extra.

Come riporta Ghacks, Dev Home ti consente di aggiungere widget per il monitoraggio delle risorse di sistema, il che significa che puoi vedere a colpo d’occhio sulla scheda dei widget come si stanno comportando attualmente CPU, GPU, memoria di sistema o rete.

Queste sono le stesse informazioni disponibili in Task Manager, nella scheda Prestazioni, ma averle proprio lì nel pannello dei widget, se lo desideri, rende molto più comodo controllare cosa sta succedendo se, ad esempio, il tuo PC sembra essere colpito da un momento di rallentamento.

Come puoi capire, entrare in Task Manager è un processo leggermente contorto (sebbene ci sia una comoda scorciatoia da tastiera per arrivarci rapidamente – premendo insieme i tasti Ctrl + Maiusc + Esc).

I widget di monitoraggio del sistema forniscono anche alcuni utili tocchi extra. Ad esempio, il widget delle prestazioni della CPU mostra i primi tre processi attivi e un pulsante per terminarli (in altre parole, per terminare immediatamente l’attività, se sta causando problemi o non risponde, un’opzione disponibile sulla barra delle applicazioni in anche Windows 11).


Ovviamente questa app è specifica per gli sviluppatori, quindi i consumatori non vorranno usarla come tale. Tuttavia, non c’è certamente nulla che impedisca all’utente medio di installare l’app di anteprima Dev Home (dal Microsoft Store) per ottenere questa capacità.

Vale la pena farlo? Per alcuni che sono davvero desiderosi di vedere le letture delle risorse di sistema sulla scheda dei widget, è almeno positivo avere l’opzione. Anche se in tutta onestà, è forse un passo troppo avanti per molte persone, che non vorranno installare software per sviluppatori (che occupa spazio, ovviamente).

Nota, tuttavia, che non devi mai eseguire Dev Home o fare altro oltre a installarlo. Una volta configurati, puoi utilizzare i widget senza mai più avvicinarti all’app Dev Home (ma devi lasciarla installata).

Quello che speriamo è che se Microsoft vede questa come un’opzione ragionevolmente popolare – supponendo che lo sia, naturalmente, e possiamo immaginare che otterrà una certa trazione tra i fan dei widget – allora forse la società prenderà in considerazione la possibilità di rendere questi widget di monitoraggio del sistema più ampiamente disponibile. In altre parole, rendili accessibili a tutti senza la necessità di installare Dev Home.

Nota che attualmente ci viene detto che l’aggiornamento di questi widget in tempo reale non sembra funzionare correttamente, il che è presumibilmente un bug. Questa è l’altra cosa da ricordare per ora: questa app è ancora in anteprima, quindi potrebbe essere traballante mentre Microsoft risolve vari problemi che sono senza dubbio presenti.