Windows 11 potrebbe ottenere una “modalità portatile” per Steam Deck e non potrei essere più entusiasta

Windows 11 potrebbe ottenere una “modalità portatile” in futuro che potrebbe renderlo perfetto per Steam Deck o altri dispositivi di gioco portatili.

Questa entusiasmante rivelazione arriva per gentile concessione di WalkingCat, un fornitore abituale di pettegolezzi Microsoft su Twitter (come notato da Windows Latest).

Vedi altro

La storia è che Microsoft ha appena tenuto il suo Hackathon – dove il personale si riunisce per esplorare potenziali nuove idee – e un progetto discusso è stato la “Modalità portatile” che menzionava specificamente Steam Deck.

La modalità portatile, che potrebbe essere applicata a qualsiasi dispositivo di gioco portatile, non solo a quello di Valve, inaugurerebbe una riprogettazione del desktop, rendendolo un affare in stile launcher (fornito per vari negozi diversi, non solo Steam) con un’interfaccia più adatta a un touchscreen (relativamente) piccolo.

Ciò includerebbe una tastiera touch virtuale migliore, che potrebbe essere utilizzata anche con il controller di Steam Deck, insieme a ottimizzazioni dell’interfaccia, come una barra delle applicazioni semplificata e un migliore ridimensionamento dell’interfaccia utente.

La modalità portatile potrebbe essere semplicemente attivata e disattivata secondo necessità (tramite la barra delle applicazioni) e consentirebbe la navigazione completa e globale del sistema operativo utilizzando i controlli di Steam Deck.

Ci sarebbero anche opzioni tra cui scegliere tra prestazioni migliori o efficienza energetica, che in quest’ultimo caso aiuterebbero a prolungare la durata della batteria in movimento per Steam Deck.


Analisi: Deck fatto bene con Windows?

Come probabilmente saprai, è già possibile installare Windows 11 (o 10) su Steam Deck (anche se è un po’ complicato, abbiamo una guida qui). Tuttavia, è ben lungi dall’essere un’esperienza ideale, essendo molto ruvida ai bordi, soffrendo, ad esempio, di problemi con i driver e molti problemi spinosi intorno all’interfaccia.

Questo è ciò che tutte le misure di cui sopra hanno lo scopo di curare, con molto lavoro da fare sul fronte dell’interfaccia. (In particolare con la tastiera virtuale di Windows, che è molto instabile sul palmare di Valve, e fa in modo che i controlli del Deck funzionino a livello globale con l’interfaccia utente di Windows e anche con i giochi non Steam). I leader del progetto menzionano persino la collaborazione diretta con Valve sui driver Windows per il Deck.

Per riassumere, questo potrebbe rappresentare la fine di molte delle carenze con Windows 11 su Steam Deck in questo momento. Problemi come i giochi che non funzionano correttamente con il display o che non riconoscono l’hardware del Deck (non essendo in grado di accedere alla VRAM per esempio) e di conseguenza cadono.

Sebbene SteamOS sia eccezionale, per quanto va, il sistema operativo predefinito del Deck ha i suoi limiti in termini di cosa può fare e quali giochi può eseguire. Mettere Windows completo su Steam Deck apre considerevolmente le cose in modo che i giocatori possano, ad esempio, godersi titoli che la funzionalità anti-cheat attualmente fa naufragare per SteamOS, o giochi che sono traballanti per vari motivi con la rotazione di Valve su Linux. E, naturalmente, puoi eseguire giochi da qualsiasi fonte desideri, e in effetti dalle app di Windows, se è per questo.

Prima di lasciarci trasportare troppo da questa modalità portatile, tuttavia, dobbiamo ricordare che questo è ancora un lavoro iniziale sull’idea. È solo un concetto in discussione al momento, e non c’è alcuna garanzia che la modalità diventerà mai un’opzione pienamente realizzata in Windows.

Tuttavia, è entusiasmante anche solo sentirne parlare per i possessori di Steam Deck, e in effetti per altri palmari nella stessa sfera: non dimentichiamo l’Asus ROG Ally recentemente rivelato, un dispositivo alimentato da AMD che di fatto esegue Windows 11.

L’emergere di rivali di Steam Deck come questo sottolinea il forte fermento intorno a quest’area dello sviluppo hardware, ed è senza dubbio esattamente il motivo per cui Microsoft sta esaminando la modalità portatile in primo luogo.